Cosa sono i giochi play-to-earn e perché giocarci?

Enrico Ruggiero Enrico Ruggiero
January 3, 2024
75 Views
Cosa sono i giochi play to earn e perche giocarci

La parte di gioco della tecnologia blockchain in cui i giocatori guadagnano criptovalute per divertirsi

Il gioco play-to-earn non cambia i giochi, ma cambia il modello di business che circonda questi videogiochi. In questo articolo ci occuperemo del play-to-earn, ma toccheremo anche argomenti come il play-to-own e il play-to-airdrop. In sostanza, non c’è molta differenza tra questi diversi modelli, poiché in tutti i casi i giocatori guadagnano risorse di gioco giocando.

Che cos’è il gioco play-to-earn?

Il gioco play-to-earn ha avuto la sua svolta durante la pandemia COVID nel 2021, quando Axie Infinity ha guidato la carica e ha permesso a migliaia di giocatori nei Paesi in via di sviluppo di guadagnare un reddito. Ora, a distanza di due o tre anni, il modello di business del play-to-earn ha ancora molta strada da fare.

I giochi play-to-earn, o giochi P2E, sono videogiochi con tecnologia blockchain annessa, che consentono ai giocatori di guadagnare denaro o oggetti di gioco all’interno del gioco. Poiché questi oggetti esistono sulla blockchain come criptovaluta o NFT, i giocatori possono scambiarli. La parte più importante dei giochi P2E è la proprietà.

In cosa si differenzia dal gioco tradizionale?

Nel gioco tradizionale, i giocatori pagano per giocare. Con i giochi P2E, gli utenti possono guadagnare denaro dalle vincite. I giochi P2E offrono inoltre agli utenti il controllo sulle proprie risorse di gioco. Grazie alla tecnologia blockchain e NFT, è possibile possedere skin, armi, avatar, oggetti e tutto ciò per cui si paga.

L’altra grande differenza è la qualità. I videogiochi tradizionali sono spesso sostenuti da grandi studi creativi con budget di milioni di dollari. Spesso si parla del concetto di gioco AAA, che significa grafica, trama e gameplay di alta qualità.

Al momento, pochissimi giochi P2E si avvicinano al livello di sofisticazione raggiunto dai giochi tradizionali. Considerando i progressi che il gioco P2E ha compiuto in un breve periodo, sembra solo una questione di tempo prima che gli studi di giochi blockchain raggiungano le loro controparti tradizionali.

Giochi play-to-earn a cui si può giocare ora

Lo sviluppo di un gioco di alta qualità può richiedere facilmente dai 3 ai 4 anni. Se a questo si aggiunge la sfida della scalabilità della tecnologia blockchain e lo sforzo di marketing per convincere il pubblico tradizionale che le NFT non sono il diavolo, si capisce che è una sfida attrarre un grande pubblico.

Tuttavia, ci sono un paio di giochi play-to-earn sul mercato che permettono ai giocatori di guadagnare criptovalute giocando. Inoltre, altri titoli permettono ai giocatori di creare o guadagnare NFT attraverso il gioco. Vediamo alcuni esempi qui di seguito, oppure leggete la Top 10 dei giochi Blockchain per giocare e guadagnare gettoni di criptovaluta.

Axie Infinity Classic e Origins

Il gioco play-to-earn che ha dato il via a una rivoluzione è ancora tra i preferiti di Web3. Axie Infinity ha ripresentato la sua modalità di gioco Classic alla fine del 2023, mentre il gioco Axie Origins è sul mercato da un po’. Giocando a questi due giochi Axie, i giocatori possono guadagnare gettoni SLP. Inoltre, i tornei e le classifiche distribuiscono premi spesso pagati in AXS, il gettone di governance dell’ecosistema Axie.

Parallel

Il gioco di carte collezionabili Parallel è uno dei giochi di più alto profilo del Web3 nel 2023. Con la recente espansione Planetfall, l’universo di gioco di Parallel si è arricchito di nuove storie, personaggi e poteri. I giocatori possono possedere e vendere le loro carte NFT, ma quando le usano nelle battaglie competitive possono guadagnare gettoni PRIME.

Nine Chronicles

Il gioco di ruolo inattivo Nine Chronicles è interessante, perché permette a diversi contributori dell’ecosistema di guadagnare gettoni NCG. I giocatori possono far salire di livello il proprio eroe, guadagnare oggetti di gioco, vendere o far salire di livello il proprio equipaggiamento e competere con altri giocatori. Nine Chronicles permette a tutti i giocatori di guadagnare NCG. Inoltre, gli utenti che ospitano un nodo di rete per Nine Chronicles possono guadagnare gettoni extra.

Giocare per guadagnare? Giocare per possedere? Giocare per rubare?

Dopo il clamore suscitato da Axie Infinity nel 2021, il termine play-to-earn è stato contaminato dalle aspettative che tutti i giocatori possano diventare ricchi. Come nella prima versione di Axie Infinity, queste economie di gioco non sono riuscite a sostenersi, dato che un numero sempre maggiore di utenti è entrato e poi è uscito di nuovo. Grazie agli sforzi di marketing, vari sviluppatori hanno spinto per nuove terminologie, tra cui play-to-own, play-and-earn e, più recentemente, play-to-airdrop.

Che si parli di play-to-earn, play-and-earn o play-to-own, direi che si tratta sostanzialmente della stessa cosa. I giocatori partecipano a un’economia di gioco e possono guadagnare e possedere beni di gioco grazie alla loro partecipazione. Anche in questo caso, non si tratta di una promessa di diventare ricchi, ma di un cambiamento fondamentale nel modo in cui i giocatori partecipano alle economie di gioco.

Tuttavia, dal punto di vista degli sviluppatori, ci può essere una differenza tra questi diversi modelli:

Play-to-airdrop

Invece di premiare le persone per qualsiasi comportamento passato nell’ecosistema Web3, sempre più aziende di giochi optano per un modo più coinvolgente di premiare i membri più impegnati della loro comunità. I giocatori devono giocare alle versioni ad accesso anticipato dei giochi per avere diritto a un NFT o a un airdrop di criptovaluta. Ad esempio, progetti come Kuroro Beasts, Pixels e Nifty Island hanno avviato o annunciato campagne play-to-airdrop per lanciare i loro nuovi token cripto.

Giocare per guadagnare

Questo modello di business sembra essere più legato ai giochi che permettono ai giocatori di guadagnare criptovalute. Ad esempio, giocando a Pixels si può guadagnare BERRY, oppure giocando a Parallel si può guadagnare PRIME. Il modello play-to-earn consiste proprio nel guadagnare criptovalute per le azioni di gioco.

Giocare per possedere

In terzo luogo, il modello commerciale play-to-own consente ai giocatori di guadagnare beni di gioco. Ad esempio, i giocatori che partecipano agli eventi stagionali di un determinato gioco possono vincere cosmetici in edizione limitata o altri beni di gioco. Il modello play-to-own è più incentrato sulla proprietà delle risorse di gioco.

Perché i giochi play-to-earn fanno schifo?

Il modello di business “play-to-earn” rappresenta un enorme passo avanti rispetto al classico modello “business-to-consumer”. Invece di vendere giochi in scatola o di affittare licenze digitali, le aziende di giochi vendono o distribuiscono parti del loro gioco ai giocatori. Ci vorranno alcuni anni prima che l’industria videoludica in senso lato si convinca del modello play-to-earn, anche se lentamente vediamo un maggiore interesse da parte di editori come Ubisoft, Square Enix, Sega e Bandai Namco.

Ma perché fanno schifo? Non lo fanno, ma hanno bisogno di più tempo.

Mentre i giochi tradizionali richiedono 3 o 4 anni per essere sviluppati, il mercato dei giochi play-to-earn ha solo pochi anni. In questa nicchia, c’è ancora un forte bisogno di conoscenze e competenze che si trovano in abbondanza nell’industria dei giochi tradizionali. Man mano che un maggior numero di talenti si affaccerà sul Web3, la qualità dei giochi aumenterà. Tuttavia, lo sviluppo di un gioco (in pubblico) può essere una sfida a sé stante, e non tutti i giochi in fase di sviluppo arriveranno a un rilascio completo.

I giochi play-to-earn sono una truffa?

No, ma la qualità dei giochi abilitati alla blockchain varia da giochi web scadenti a giochi online di alta qualità che possono competere con altri videogiochi sul mercato. Certo, ci sono truffe in giro. Inoltre, ci sono progetti molto promettenti in fase di sviluppo. Ma non tutti i giochi play-to-earn arriveranno sul mercato, proprio come non tutti i videogiochi.

Su DappRadar elenchiamo i giochi play-to-earn e vi aiutiamo ad avventurarvi nell’universo Web3 con il maggior numero possibile di dati. Nelle pagine dei progetti citiamo il numero di operatori NFT, ma contiamo anche il numero di portafogli che interagiscono con altri elementi blockchain nell’ecosistema del gioco Web3.

Controlli le ultime notizie

Non riesce a fare a meno delle scommesse e del gioco d’azzardo in criptovaluta? Dia un’occhiata alle nostre ultime notizie per avere tutte le informazioni più recenti su ciò che accade nel mondo delle scommesse e del gioco d’azzardo in cripto. Dalle nuove piattaforme di scommesse in cripto, ai consigli per il gioco d’azzardo in cripto, l’abbiamo coperta. Quindi, cosa sta aspettando? Si tenga aggiornato con le nostre ultime notizie e inizi a divertirsi con le scommesse e il gioco d’azzardo in criptovaluta oggi stesso!

Enrico Ruggiero
Author Enrico Ruggiero

Enrico Ruggiero is an Italian author who is passionate about crypto betting and gambling. He enjoys writing crypto-related reviews and articles to help others understand the world of crypto betting and how to make money from it.